Crea sito

L’utilizzo di Internet e dei social network

cropped-connessioni-globali.jpg

In questi ultimi anni l’utilizzo di Internet ha avuto un notevole sviluppo, anche nel nostro Paese: secondo i dati Istat, nel 2013 è aumentata rispetto all’anno precedente la quota di famiglie italiane che dispone di un accesso ad Internet da casa e di un personal computer (rispettivamente dal 55,5% al 60,7%, dal 59,3% al 62,8%), in particolare al Centro-Nord. I luoghi in cui più frequentemente si utilizza il personal computer sono il posto di lavoro (36%), la casa di altri (22,4%), il luogo di studio (16,2%). Analogamente, il 93% degli utilizzatori di 6 anni e più accede ad Internet da casa, il 35,4% dal luogo di lavoro, il 26,2% dalla casa di amici, il 15,5% dal luogo di studio.

Secondo il sito Wearesocial, tuttavia, nel 2014 il 46% della popolazione italiana accede a Internet tramite dispositivo mobile (Smartphone, cellulare, tablet, …). Nella figura 1 sono riportati i dispositivi più utilizzati e la percentuale relativa.

1

Figura 1. I dispositivi di accesso a internet (fonte: Wearesocial)

Come si può vedere, nonostante la crescente diffusione dei dispositivi mobili, il dispositivo più utilizzato continua ad essere il personal computer. Tuttavia, scrivono gli autori, l’utilizzo dello smartphone è in continuo aumento negli ultimissimi anni.

Per quanto riguarda l’utilizzo che gli utenti fanno di tale dispositivo, la figura 2 riporta i risultati ottenuti da una ricerca svolta sempre da Wearesocial. Lo scambio di messaggi resta al primo posto, seguito dall’acquisizione di immagini e, al terzo posto, della navigazione in Internet. È interessante notare come vengano riportate, con percentuali non esigue, anche l’utilizzo dei giochi e l’installazione delle App, di cui abbiamo già parlato. Queste App rientrano in molte categorie, e Wearesocial è andato ad analizzare anche quali vengono maggiormente scaricate (figura 3). Se al primo posto troviamo i giochi, al secondo posto appaiono le applicazioni dei Social Network (Facebook, Google+, LinkedIn, Twitter, Instagram, …). Ecco quindi che, a integrazione dei dati visti precedentemente, anche il dispositivo mobile diventa un portale di accesso al mondo di Internet e, in modo particolare, delle relazioni con gli altri utenti. Come vedremo in seguito, questo abbatte i limiti dello spazio-tempo legati alla stanza, alla casa, al tempo libero, e via dicendo.

2

Figura 2. Le attività maggiormente svolte col dispositivo mobile (fonte: Wearesocial)

 3

Figura 3. Le applicazioni più scaricate (fonte: Wearesocial)

Ma prima di affrontare questo tema, è bene andare a vedere quali sono i social media che vengono più utilizzati, indipendentemente dal dispositivo utilizzato per connettervisi.

 4

Figura 4. I social media in Italia (fonte: Wearesocial)

Come si può vedere nella Figura 4, il 92% dei soggetti intervistati possiede un account in almeno un social network, mentre più della metà lo ha perlomeno visitato. Facebook sembra regnare incontrastato con l’83% degli utenti iscritti, seguito da Google+, Twitter, LinkedIn e infine Instagram. I seguenti grafici, che riportano i principali social network utilizzati in Italia, conferma il predominio della creatura di Mark Zuckerberg rispetto agli altri social.

5

Figura 5. I social media più utilizzati (fonte: wearesocial)

6

Figura 6. I social network più utilizzati in Italia (fonte: wearesocial)

Questo breve excursus ha lo scopo di analizzare il punto di partenza. Come dicono gli autori (Riva, 2010), il fenomeno di Internet è sempre più presente nella vita di tutti i giorni, senza più il limite della stanza, della connessione da casa, del tempo libero; è a portata di smartphone, in qualsiasi momento. Inoltre, gran parte del suo utilizzo sembra dedicato alla comunicazione con gli altri utenti e al social networking, ovvero alla connessione con gli altri utenti, alla presentazione di sé, in poche parole alla relazione. Credo che si possano approfondire queste tematiche, e che l’approccio sistemico-relazionale ci fornisca alcuni concetti per aiutarci a fare un po’ di chiarezza e a conoscerne alcuni aspetti. Questa mia convinzione è dettata anche dal fatto che Internet e l’approccio sistemico-relazionale sono più vicini di quanto non si possa credere.

In seguito cercherò di esplicitare meglio in cosa consiste questo approccio e cosa intendo quando affermo che sia vicino al fenomeno Internet.

Bibliografia

Riva, G. (2010) I social network. Bologna, Il Mulino.

You may also like...