Identità moderne: come Internet ha cambiato il nostro modo di presentarci

In questi giorni sta uscendo su Amazon il libro “Identità moderne: come Internet ha cambiato il nostro modo di presentarci”. E’ stato scritto a quattro mani con Alice Zampieri, studentessa dell’Istituto Universitario Salesiano di Mestre Venezia e mia ex tirocinante.

Il libro ha l’intento di porre l’accento sui cambiamenti che la Rete, le chat e i social network hanno portato nella nostra quotidianità, in particolare per quello che riguarda le relazioni con gli altri utenti e il nostro modo di rappresentarci attraverso profili, link, immagini e via dicendo. Avevo già trattato questo tema in altre pubblicazioni (Bedini, 2014, 2017; Bedini, Curto e Skarzynska-Sernaglia, 2013), analizzando anche quello che avevano affermato altri autori, come Sherry Turkle o Giuseppe Riva. In questo elaborato, tuttavia, ci siamo concentrati sul concetto del Sè elaborato già da William James e poi affrontato da molti autori, tra cui Donald Winnicott.

La prima parte del libro sarà quindi incentrata sul concetto del sè, analizzato alla luce delle principali teorie psicologiche. Nella seconda parte affronteremo il tema del Web e la sua influenza che ha avuto nel nostro modo di presentarci agli altri utenti e di relazionarci con essi. Infine, tratteremo l’aspetto più disfunzionale e quello legale, parlando di falsi profili (fake) e le conseguenze che può avere su chi li crea e chi vi entra in contatto.

A breve su Amazon!

Precedente Intervista a RadioVenezia sul Cyberbullismo Successivo Dove esercito la professione